Argomenti

L’Iniziativa biodiversità – perché?

Il popolo svizzero guarda con orgoglio alla natura e ai paesaggi del nostro paese.

Gli Svizzeri passano volentieri il loro tempo circondati dal superbo scenario naturale del paese. E numerosi turisti ne sono attratti ogni anno. Una natura intatta e paesaggi liberi da costruzioni sono dunque elementi importanti della nostra identità culturale, fonte di benessere e parte del capitale economico della Svizzera.

In Svizzera la natura versa in cattive condizioni.

La Svizzera possiede una vasta varietà di specie per rapporto alla superficie del paese. Questa ricchezza è dovuta alla sua posizione geografica nell’Europa centrale e alla molteplicità degli spazi vitali a dipendenza del clima e dell’altitudine. Ma più di un terzo di tutte le specie animali e vegetali autoctone esaminate è a rischio. La proporzione di habitat e specie minacciate nei corsi d’acqua e nelle zone umide è particolarmente alta. Anche specie una volta diffusissime diventano sempre più rare.

La Svizzera perde terreno.

I tempi in cui la Svizzera poteva considerarsi l’allievo modello per quanto riguarda la protezione della natura appartengono ormai al passato. In confronto ad altri paesi dell’OCSE, essa presenta il più elevato numero di specie a rischio. Inoltre la Svizzera ha sottoposto a protezione soltanto il 6.2% del suo territorio e si trova all’ultimo rango secondo questo criterio.

Occorre più spazio per la natura.

Ogni secondo, in Svizzera, un metro quadrato di suolo è vittima della cementificazione. Dieci campi di calcio al giorno. Tra poco non avremo più posto per le 33 000 specie animali, 5000 specie vegetali e circa 8000 specie di funghi. Non è certo questa la Svizzera che vogliamo lasciare in eredità ai nostri figli.

Occorre più denaro per la natura.

Nel 2015, nel solo Cantone Zurigo è stata spesa per le strade più o meno la stessa somma di denaro investita nella natura in tutta la Svizzera! Poiché la protezione della natura è gravemente sottofinanziata ormai da anni, i fondi non bastano nemmeno per le misure di conservazione delle paludi, la cui protezione è sancita dalla Costituzione.

Natura e paesaggio sottoposti a pressione.

Da anni la legislazione per la protezione della natura, del paesaggio e del patrimonio culturale è confrontata a forti pressioni politiche. Gli interessi della protezione ambientale sono messi a margine, il Parlamento non vi presta orecchio. La conquiste del passato a favore di una normativa legale di protezione vengono man mano sacrificate per interessi a breve termine.

Donare

La fase parlamentare è cruciale per il successo dell’iniziativa. Sostenete l'Iniziativa biodiversità con una donazione. Grazie!

Donare
Copy link